archivio digitale della Crusca
  • archivio della crusca

Scheda di archivio


Collocazione


Livello di descrizione

U. D. Manoscritto

Autore

Bardi, Piero de' (Trito)

Titolo (incipit)

Affari dell'Accademia della Crusca durante l'arciconsolato dell'Agghiacciato dell'anno 1591

Data

1591

Consistenza

6 cc.

Contenuto

Il ms., inedito, trasmette, di mano di Piero de' Bardi, la narrazione, sotto il titolo «Agghiacciato arc[iconsol]o», degli affari dell'Accademia durante l'arciconsolato dell'Agghiacciato nell'anno 1591 e, specialmente, la discordia in merito alla collocazione del ritratto dell'Infarinato nell'Accademia della Crusca. Sul recto della carta anteriore del bifoglio di guardia del sec. XVIII, di mano di Andrea Alamanni (Schermito), la cartella è numerata «4», intestata «Atti dell'Accademia. Frammento quarto» e il contenuto delle carte così descritto: «Pratiche, e difficoltà per eleggere in Arciconsolo il Piegato. Pratiche pel Riscaldato, e suo rifiuto. Elezione dell'Agghiacciato in Arciconsolo, e degli altri ufficiali. Stravizzo. Sindacato. Trionfo destinato alla diligenza dell'Insaccato, e dell'Annebbiato. Vagliato incaricato di tal Trionfo. Lavori pel "Vocabolario" e orazioni recitate in Accademia. Elogio dell'Arrostito, che avea, morendo, instituita erede l'Accademia d'alcune cose. Sollo eletto in Pisa Consolo di quella colonia. Discordia civile insorta tra gli Accademici a cagione del ritratto dell'Infarinato, che alcuni volevano che dovesse considerarsi come fondatore dell'Accademia, ed altri no. Minuta relazione de' maneggi, e delle animosità de' due partiti detti uno degli Arciconsolari, e l'altro de' Contrastanti. Pratiche del Riscaldato, e del Secco per accordargli. Loro riunione». Le carte presentano diverse correzioni e aggiunte a penna; l'ultima carta è cassata.

Nomi

Bardi, Piero de'
Trito
Agghiacciato
Andrea Alamanni
Schermito
Piegato
Riscaldato
Insaccato
Annebbiato
Vagliato
Arrostito
Sollo
Infarinato
Riscaldato
Secco
Severina Parodi

Luoghi

Pisa

Scheda a cura di

Fiammetta Fiorelli

Revisione a cura di

Elisabetta Benucci