archivio digitale della Crusca
  • archivio della crusca

Scheda di archivio


Collocazione


Livello di descrizione

Fascicolo

Titolo

fascetta 100. Fogli attenenti al Vocabolario e alla storia del medesimo. Prefazioni, manifesti, ecc.

Data Iniziale

sec. XVII

Data Finale

sec. XVIII

Consistenza

63 cc.

Contenuto

Il volume, che risale al secolo XVII, contiene un'importante storia segreta della quarta edizione del "Vocabolario" (1729-1738), scritta da Giovanni Bottari (in copia), un'istruzione di mano di Carlo Dati (Smarrito) per i compilatori della terza edizione del "Vocabolario" (1691) e, in fondo al volume, ci sono fogli a stampa, sciolti. In particolare, alle cc. 2- 4 «Fogli spettanti alla prefazione del VI° Tomo del Vocabolario»; c. 5 «Correzioni e Giunte al Vocabolario estratte dalle Lettere del Bottari»; c. 6 «Ricordi per un'Instruzione da lasciarsi nell'Accademia per una nuova edizione del Vocabolario», datati 30 maggio 1738; c. 9 «Avvertimenti a chi fa spogli», di mano di Carlo Dati; c. 10 Indice di voci da "A" ad "Acefalo"; cc. 11-15 osservazioni sul fascio VII di studi, «Diario delle cose attenenti al Vocabolario», corrispondenti alle date 1597-1640; cc. 21-22 «Si suppone che si domandi del Participio passato; [...]» e di seguito alcuni verbi da "Competere" a "Vertere"; c. 23v e 24 Tavola dei nomi accademici con i corrispondenti Accademici; cc. 25-40 «Fogli mandati da Monsig[nor] Bottari contenenti Memorie che possono servire ad una storia anecdota del Vocabolario»; cc. 42-54 prefazione in più copie al "Vocabolario"; fogli sciolti, di cui osservazioni sul "Vocabolario" e un brogliaccio con i nomi accademici; cc. 60-63 «Indice de' Nomi Accademici»; fogli a stampa, di cui un estratto dal Dizionario universale con la spiegazione de' termini di scienze, arti e geografia, stampato in Venezia nel 1737 presso Giovanni Milli dalla lettera "A" ad "Abballare" con relativa introduzione; diverse introduzioni «Agli associati alla compra del Vocabolario della Crusca» del 1733 e 1738, uno senza data; un'introduzione in lingua latina «Etruscae linguae cultoribus» del 1729, altre due del 1730 e un'altra senza data; due introduzioni del 1730 «Agli studiosi della lingua toscana associati alla compra del Vocabolario della Crusca». I fogli a stampa recano delle incisioni di Giu. Dom. Campiglia e A. D. Campiglia, e delle pale di Bastiano de' Rossi (Inferigno), Vieri Cerchi (Svanito), Vincenzio Alamanni (Colmo), Carlo Macinghi (Piegato), Leopoldo de' Medici (Candido) e Giuliano Davanzati (Gabellato).

Nomi

Giovanni Bottari
Carlo Dati
Smarrito
Bottari
Monsig[nor] Bottari
Giovanni Milli
Giu. Dom. Campiglia
A. D. Campiglia
Bastiano de' Rossi
Inferigno
Vieri Cerchi
Svanito
Vincenzio Alamanni
Colmo
Carlo Macinghi
Piegato
Leopoldo de' Medici
Candido
Giuliano Davanzati
Gabellato
Severina Parodi

Scheda a cura di

Fiammetta Fiorelli

Revisione a cura di

Elisabetta Benucci